Dancing with Maria. Il film su Maria Fux

Dancing with Maria. Il film su Maria Fux

“Un capolavoro in grado di restituire la forza delle emozioni, la bellezza dei movimenti, il dolore di alcuni vissuti, il vuoto, il silenzio, il buio di quelle esistenze.”

Presentato alla Settimana Internazionale della Critica “Dancing with Maria”, il film italiano dedicato alla straordinaria danzatrice argentina Maria Fux: una vita dedicata a fare della danza la medicina dell’anima e del corpo, una donna amata da tutti il cui ritratto ha commosso il pubblico della Mostra del Cinema di Venezia. 

Racconta come il suono diventa musica e, avvolgendo i corpi, può cambiare la vita. La vita di tutti: di chi sta bene e di chi sta male, di chi è felice e di chi soffre. Non fa preferenze di persone, si dona attraverso l’arte che fin da bambina è stata anche la sua ragione di essere e di esistere: la danza. Per lei davvero una missione. Per questo Maria Fux è amata da tutta l’Argentina, a novantatre anni è divenuta una icona. Ha insegnato come superare i propri limiti, ora è lei che ne porta il peso con un sorriso che non ha pari, la dolcezza della voce, la leggerezza dei movimenti, la carità dell’accoglienza. Una artista della quale il regista friulano Ivan Gergolet è rimasto affascinato, decidendo di dedicarle un film delicato e commovente pieno di suggestione, amore, bellezza. La danzatrice argentina, che della danza ha fatto una terapia, ha incantato il pubblico della Mostra del Cinema: una standing ovation ha accolto le immagini finali in cui i suoi allievi e i suoi amici danzano invadendo una “avenida” di Buenos Aires, come se con quella loro danza potessero cambiare il mondo. Continua a leggere…


Senza indulgere in facili sensazionalismi, Dancing with Maria ci immerge dunque in un universo per sua natura “aperto” e accogliente e ci ritroviamo – poco importa se la danza sia tra i nostri interessi – iniziati ad un rituale collettivo trascinante e inclusivo.
Così come la porta della scuola di Maria Fux risulta sempre aperta per nuovi o vecchi allievi, anche a noi spettatori sembra di stazionare proprio su una preziosa zona di confine: quella tra l’io e l’altro, tra chiusura e apertura al mondo, tra limiti fisici e altri auto-imposti, mentre sotto ai nostri occhi e attraverso le movenze degli allievi di Maria, l’espressione artistica prende numerose forme, tutte parimenti giuste.
In tal senso, la stessa protagonista non è altro che un’allieva tra le altre, intenta ora ad osservare e incorporare la musica, ora a danzare al solo suono del vento, ad ascoltare il proprio corpo, sondando i limiti ad esso imposti dalla vecchiaia, perché senza limitazioni forse non esiste la danza, né l’arte tout court. E poco importa dunque se gli arti di Maria Fux non sono flessuosi come un tempo, i suoi occhi, il suono e la modulazione della sua voce, sono altri corpi tra i corpi, danzanti e vivi. Continua a leggere…

 

DANCING WITH MARIA – trailer italiano from Ivan Gergolet on Vimeo.

Pin It on Pinterest

Share This